Meeting point

The Festival Center goes Online!

The Festival Center is the meeting point – with free admission – for international guests and the public of the African, Asian and Latin American Film Festival, set up in the evocative location of the Casello Ovest di Porta Venezia – Casa del Pane, thanks to the collaboration of Confcommercio.

Each year it hosts the festival’s info-point, exhibitions never before shown in Milan, meetings with filmmakers, thematic events on the cultures of Africa, Asia and Latin America, workshops for children, tastings, happy hours, weekend brunches, live music and DJ sets, and a bar area run by the Associazione Sunugal / Cascina Casottello.

In occasion of the 30th edition, the way of experiencing the Festival has changed, but absolutely not the variety and quality of the cultural offer: 9 days of screenings on MYmovies.it platform accompanied by meetings with authors, special events and in-depth analysis as always inspired by the cultures of the 3 continents, all digitally accessible.

All debates and events will be freely accessible on Zoom and streamed on FESCAAAL’s Facebook and YouTube channels.

The Festival Center is set up in an exclusive location: the Casa del Pane, one of the two former tollhouses of Porta Venezia, symbols of the district and the city of Milan. The Casa del Pane (House of Bread), together with its sister building which is now the headquarters of the Milanese bakers’ association, was built between 1827 and 1828 on the site of the historic ‘Porta Venezia’ to control goods entering and leaving the city. Today this place is one of the premises of the Sormani library and has become a focal point for events. Throughout the year, its fascinating spaces are transformed to host some important cultural and artistic initiatives.

Festival Center events

On the programme

On this page you will find all the debates and events with free access. We will publish the recordings from time to time so that you can watch them again at a later date and time!

Festival Center events

On the programme

A Friend

Ibrahim Mahama

Il Festival Center quest’anno si fa notare anche dai passanti più distratti. Infatti la nostra ormai storica sede del Casello Ovest di Porta Venezia è parte del work in progress dell’installazione ambientale A Friend, dell’artista ghanese Ibrahim Mahama, che durante il corso del festival realizza un’opera che coinvolge entrambi i Caselli Daziari. L’installazione di Mahama vuole innescare una riflessione sul concetto stesso di soglia, quel luogo di passaggio che definisce l’interno e l’esterno, il sé e l’altro, l’amico e il nemico. Commissionata dalla Fondazione Nicola Trussardi e prodotta in collaborazione con miart, l’installazione A Friend sarà ultimata e inaugurerà il 2 aprile in occasione dell’Art Week milanese.

Maggic Cube

Adji Dieye

All’interno del casello invece, il Festival Center ospita la mostra fotografica inedita in Italia, Maggic Cube, della giovane e talentuosa artista italo-senegalese, Adji Dieye, con la curatela di Maria Pia Bernardoni del LagosPhoto Festival. Le potremo incontrare entrambe in occasione dell’inaugurazione del 23 marzo e nel corso della settimana del festival in visite guidate su richiesta.

#IAmAnas

Il primo piano del Festival Center ospita anche una videoinstallazione #IAmAnas, un montaggio di videoinchieste, foto, interviste e animazioni dedicato ad un personaggio straordinario, Anas Aremeyaw Anas. Giornalista investigativo ghanese, di cui nessuno conosce l’identità perché si presenta in pubblico con il volto coperto da una maschera di perline, Anas è diventato un’icona pop e un simbolo della lotta alla corruzione.

Ora del Tè e altri eventi

Alla consueta Ora del Tè delle 18 in cui incontreremo i registi ospiti del festival e i membri della giuria internazionale si affiancano altri eventi di approfondimento sulle culture dei tre continenti sintetizzati in cluster: Concerti, Conversazioni, Libri, Workshop, Baby Workshop, Degustazioni e Brunch Specialità dal mondo. Tra gli appuntamenti il racconto-concerto di un viaggio di 9.000 km in scooter Il Sogno, la vita, il viaggio; tra i libri la presentazione del volume dedicato ad un amico del festival scomparso vent’anni fa, “Djibril Diop Mambéty o il viaggio della iena – La rivoluzione cinematografica di un visionario regista senegalese”; un collegamento con la XXII Triennale in corso con la conversazione Arte e Rivoluzione, la forma artistica cubana a cura di Cubeart; una riflessione sul potere delle immagini Altri corpi, altri punti di vista da parte di chi, di mestiere, sceglie le foto da presentare al pubblico con la photoeditor di Vogue Chiara Bardelli Nonino e la curatrice Maria Pia Bernardoni, e un incontro con giornalisti che si occupano di Africa, Newsroom Africa, per capire come è cambiato il loro lavoro nell’epoca del web.

Zebra bAAAr e Bookshop

Tutti i giorni saranno aperti da mattina a sera lo Zebra bAAAr a cura di Associazione Sunugal / Cascina Casottello e un Pop up Bookshop a cura di BookCatering. Gli allestimenti degli spazi sono a cura di WaxMax, la selezione musicale è a cura di Psychophono e le Ore del Tè sono gentilmente offerte da ChaTea Atelier.

I partner del Festival Center

Partners

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Aliquam viverra elit eu ante luctus volutpat quis ut orci. Duis hendrerit massa tincidunt magna ullamcorper, blandit venenatis arcu laoreet. In efficitur, dui vitae vestibulum ornare, velit justo sollicitudin tortor, nec tristique magna lacus lobortis ipsum. Sed blandit lorem ac lacus elementum egestas. Cras ut faucibus ex. Donec porta congue elementum. In tincidunt, ipsum a posuere scelerisque, erat tellus ornare quam, sit amet facilisis tortor ipsum a urna.

Durante il Festival

Orari

Segreteria / Ufficio stampa / Accrediti

Casello Ovest di Porta Venezia, Milano
every day during the festival, from 10 a.m. to midnight (continuous hours)