Oggi al Festival | Sabato 30 aprile

Protagoniste le industrie culturali e le donne in un evento speciale e nei film in programma in sala e in streaming

Il sipario si è alzato sul #FESCAAAL31, ieri sera abbiamo inaugurato! Tornare a sedersi e sulle poltrone rosse del San Fedele e sentire il vostro calore è stato veramente molto emozionante! Grazie! Grazie anche a chi si è connesso in diretta su Fb. Se volete recuperare il video della cerimonia, è disponibile a questo link.

Eccoci al secondo giorno di festival!

L’evento da non perdere è Africa Talks, un incontro che organizziamo dal 2017 in collaborazione con Fondazione Edu, sempre con ospiti diversi, per conoscere più da vicino cosa muove la vita culturale nei paesi africani in questo momento. Incontri che testimoniano come la creatività tutta sia fondamentale nello sviluppo economico del continente: ecco perché sono le industrie creative il focus di quest’anno, dall’arte al videogame passando per l’editoria. Gli esperti che ascolteremo, moderati dalla giornalista Alessandra Muglia, sono Ojoma Ochai, Sidick Bakayoko, Rémy Ngamije e Neri Torcello. L’appuntamento è alle 18, a ingresso libero.

A questo link trovi un articolo dedicato al talk, le bio dei relatori e le informazioni per partecipare gratuitamente in presenza oppure on line.

Dopo l’incontro, alle 21 proietteremo (gratuitamente, e sempre all’Auditorium San Fedele) il documentario Système K di Renaud Barret, che mostra la scena della street art di Kinshasa, popolosa capitale della Repubblica Democratica del Congo, dove artisti e performers utilizzano il riciclo come gesto artistico. Un’arte che nasce dal caos e dalla rabbia, ma soprattutto dal desiderio di resistere alla miseria e alle guerre, di innescare un cambiamento. (Questo film non sarà disponibile on line).

Oggi entriamo nel vivo della programmazione. Le proiezioni del pomeriggio iniziano dalle h.14.30, all’Auditorium San Fedele si potranno vedere quattro cortometraggi del Concorso EXTR’A, una sezione a cui siamo molto affezionati con la quale intendiamo presentare lo sguardo sul mondo di registi italiani o stranieri residenti in in Italia. I corti raccontano personaggi di donne e sono: Princesa di Stefania Muresu, La pecora di Nour Gharbi, Oltre la foresta di Jacopo Marzi e infine Il turno di Chiara Marotta e Loris Giuseppe Nese.

Princesa diretto dalla sociologa e regista Stefania Muresu, racconta di una ragazza nigeriana arrivata in Sardegna, vittima della tratta di esseri umani. Nell’isola esiste il sincretismo tra le credenze di un animismo primitivo, i culti cristiani e quelli recenti della chiesa evangelica nigeriana. Il volto di Princesa riflette un mondo interiore dominato dalla paura, il distacco dalla propria terra e il desiderio di riscattarsi. Un filmato realizzato durante un rito funebre nigeriano e la sequenza di un drama nollywoodiano, custodiscono le sue tracce biografiche. Princesa è alla ricerca della propria libertà.

Protagonista di La pecora di Nour Gharbi, una sorta di fiaba, è Amira, una bambina marocchina che vive in Italia e soffre perché una una macchia sul volto è la causa del suo essere emarginata dagli altri bambini. Non desidera altro che avere un’amica, e finalmente la trova in una pecora. Se ne prende cura, ma presto scopre il suo destino, ossia essere sacrificato per l’Id al-fitr, la festa che segna la fine del Ramadan.

Oltre la foresta di Jacopo Marzi (prima mondiale) racconta di Hortence, una donna che in Benin ha avuto tre nascite gemellari, quindi, secondo la tradizione vudù molto diffusa nel suo Paese, è considerata una divinità.

Il turno di Chiara Marotta e Loris Giuseppe Nese chiude le proiezioni del primo pomeriggio con la storia di due ragazze che assistono una signora anziana, molto malata, i cui lamenti risuonano strazianti in un grande appartamento antiquato. Anna e Lucia, due ventenni, una italiana e una nigeriana, sono due opposti e al cambio del turno si incontrano, ma senza empatia, anzi, con ostilità.

Dalle 10 di oggi inizia anche il Festival su MYmovies.it, torniamo nella nostra sala virtuale per raggiungere tutti i piccoli schermi d’Italia! Come ormai sapete, in uscita ogni giorno nuovi film che saranno disponibili per durate variabili e con un numero massimo di visualizzazioni consentite (frutto di accordi con i distributori). Oggi in uscita i film del Concorso Cortometraggi Africani e Twist à Bamako, il nostro film di apertura che sarà disponibile in streaming (fino a lunedì 2 maggio, h. 10).

Buona giornata di Festival!

News

Altre