Oggi al Festival | Giovedì 25 marzo

Tanti nuovi film, gli incontri del giorno con gli autori, un evento musicale e il ritorno del Giovedì alla civica che ospita virtualmente un regista del Festival

Oggi, oltre agli ultimi nuovi film in uscita su MYmovies.it, avremo come sempre una serie di incontri per capire più a fondo come hanno lavorato i registi che partecipano al FESCAAAL. Più precisamente avremo un’Ora del Té, due Q&A e un incontro speciale in cui la cantautrice Ginevra De Marco ci trasporterà virtualmente in America Latina tra parole e musica.

Alle 14.30 è il momento dell’ormai tradizionale giovedì alla Scuola Civica di Cinema Luchino Visconti, partner del Festival. Anche questo sarà in versione virtuale e ospiterà il regista e sceneggiatore Alaa Eddine Aljem che ha presentato il film Le miracle du saint unconnu. L’incontro andrà live al nostro Festival Center e sui canali Facebook e YouTube della Scuola Civica.

Il successivo appuntamento da segnare in agenda è alle 18, perché saranno con noi sempre al Festival Center ben sei registi dal Concorso Cortometraggi, Concorso Extr’A e Fuori Concorso.

Di cosa parlano i loro film?

Partiamo dai Cortometraggi Africani. Once Upon a Time in the Cafe è un cortometraggio che dà conto della tensione che si respira in un bar del Cairo durante una partita dei Mondiali. Ne parleremo con la regista Noha Adel, un gradito ritorno qui da noi. True Story di Amine Lakhnech è infine la storia di una giovane nata con il cuore troppo grande, raccontata sotto forma di favola morale e parodia horror sulla diversità.

Continuiamo con i registi del Concorso Extr’A. In Ghiaccio di Tomaso Clavarino i protagonisti sono sei richiedenti asilo africani che formano una squadra di curling nel periodo in cui attendono l’esito della Commissione che deciderà se potranno rimanere in Italia. Inizialmente non c’è per loro un elemento così inusuale come la pista di ghiaccio, ma poi prendono confidenza. Ide Mamam, regista di I poveri dimenticano, ci racconta il Niger, dove una famiglia coltiva miglio mentre nel paese prosegue lo sfruttamento minerario del territorio. Con Mud Road di Francesco De Giorgi siamo nel sud dell’Etiopia e seguiamo una giovane in travaglio in ambulanza, costretta a un lungo viaggio perché l’ospedale più vicino è a 300 chilometri.

Tra i Fuori Concorso quest’anno abbiamo Samira’s Dream di Nino Tropiano in cui è ancora una donna la protagonista, una donna determinata a combattere il sistema patriarcale che le pone un aut aut tra famiglia e lavoro. 

Ghiaccio
Ghiaccio

Il tempo di una pausa e ci ritroviamo alle 21, dovendo però scegliere tra due appuntamenti: chi ha visto o intende vedere il film Softie (uno dei film in uscita oggi a partire dalle h.14) tornerà al Festival Center o sulla nostra pagina Facebook, chi invece vuole lasciarsi trasportare dalla musica dell’America Latina andrà sempre al Festival Center oppure sulla pagina Facebook di Entre Dos Mundos, associazione che collabora con noi per questa edizione nell’ambito di un progetto finanziato da Fondazione Cariplo, in collaborazione con Fondazione ISMU.

Siete indecisi? Vi diamo subito qualche informazione in più.

Softie è un film kenyota, documentario d’esordio del regista Sam Soko, tutto incentrato su Boniface Mwangi, che oggi è uno dei più coraggiosi fotoreporter attivisti e nel 2017 si è candidato alle elezioni regionali per sfidare la corruzione e le lobbies, rischiando grosso.

Softie
Softie

L’evento di Entre Dos Mundos ha per titolo Madre, pasión y fortaleza e vuole essere un viaggio tra le musiche che costituiscono l’educazione sentimentale in America Latina. Ascolteremo le canzoni di Mercedes Sosa interpretate da Ginevra Di Marco, che sarà accompagnata da Francesco Magnelli, pianista e arrangiatore, e da Andrea Salvadori alla chitarra. Ogni brano sarà introdotto da testi poetici di Luis Sepulveda. Un percorso emozionale in musica live al Festival Center oppure sulla pagina Facebook di Entre dos Mundos

Infine, alle h.22 chiudiamo la giornata parlando di Adam insieme all’amica Maryam Touzani, lungometraggio in concorso in cui si incontrano due donne sole che ritrovano insieme il gusto per la vita. Adam fa parte della sezione tematica ‘Donne sull’orlo di cambiare il mondo’, e Maryam sarà nuovamente con noi sabato 27 marzo per l’incontro dal titolo ‘Private Spaces, global issues, contemporary visions’.Come le cineaste dei tre continenti stanno cambiando la visione del mondo’ nella cornice della nostra Ora del Té quotidiana. Questa sarà l’occasione per dialogare con alcune registe ospiti del FESCAAAL sulle esperienze personali nei diversi contesti geo-politici, concentrandosi soprattutto sull’autorialità femminile, le scelte estetiche e narrative e la produzione di nuovo immaginario femminile in una prospettiva contemporanea, post-coloniale e globalizzata. Parteciperanno Annamaria Gallone e Alessandra Speciale (direzione artistica FESCAAAL), Farah Polato (ricercatrice dell’Università Padova in filmologia, studi interculturali e post-coloniali), Michela Occhipinti (regista e membro della giuria del FESCAAAL), Beatriz Seigner (regista e membro della giuria che presenta al Festival il suo ultimo lavoro Between us a secret), Hinde Boujemaa (regista e membro della giuria) e alcune altre registe che presentano un film al Festival: Hiwot Adamasu (Etiopia), Shahad Ameen (Arabia Saudita), Marìa Paz Gonzàlez (Cile), Maryam Touzani (Marocco).

Anche per oggi buone visioni buon festival e “ci vediamo” nella nostra sala virtuale!

News

Altre