Black Lives Matter. 6 film da vedere

Sulla scia delle manifestazioni a sostegno del movimento americano Black Lives Matter, abbiamo selezionato dal web una lista di sei film che ci parlano di razzismo, discriminazione e minoranze, di ieri e di oggi.

Sulla scia delle manifestazioni a sostegno del movimento americano Black Lives Matter, che si sono accese in seguito alla morte di George Floyd a Minneapolis, si torna a parlare di razzismo e discriminazioni.

Abbiamo selezionato dal web per voi una lista di 6 film, da vedere o rivedere, che ci parlano di razzismo, discriminazione e minoranze, di ieri e di oggi.

I’m not your Negro di Raoul Peck (film d’apertura del FESCAAAL 2017) – 95’

Cosa è cambiato in 50 anni di lotte antirazziste? Ce lo racconta Samuel L. Jackson, la voce narrante d’eccezione che ci accompagna in una trasposizione su schermo del manoscritto mai pubblicato Remember This House dell’intellettuale e attivista americano James Baldwin.

Ricordando gli omicidi di Medgar Evers, Malcolm X e Martin Luther King, che hanno segnato la storia della lotta per i diritti negli Stati Uniti, il documentario è un testamento potente sulla questione dell’identità black tra passato e presente.

Il film è disponibile a noleggio su Chili.com. Inoltre, in occasione delle proteste globali il film è in streaming gratuito su Cinemafrica.se, in lingua originale senza sottotitoli.

13th di Ava DuVernay – 100’

Il documentario, candidato all’Oscar 2017, trae il suo titolo dal 13 emendamento della costituzione americana, quello che ha abolito la schiavitù negli Stati Uniti d’America nel 1865.

Attraverso interviste ad attivisti del calibro di Angela Davis, politici, storici e rappresentanti della comunità afroamericana, racconta dei pregiudizi basati sul concetto di razza ancora oggi molto presenti nel sistema carcerario americano.

Il documentario è disponibile su Netflix che, a sostegno del movimento #blacklivesmatter, l’ha rilasciato gratuitamente anche su Youtube.

LA92 di Daniel Lindsay e T.J. Martin – 114’

Il documentario LA 92, presentato in anteprima al Tribeca Film Festival nel 2017, ripercorre i riots di Los Angeles del 1992, in seguito al verdetto sul caso Rodney King, il tassista afroamericano brutalmente picchiato da alcuni agenti di polizia.

La ricostruzione attraverso materiale d’archivio inedito e interviste, ci trasporta in quei giorni tumultuosi di protesta, fornendo una prospettiva sfaccettata e approfondita su un momento molto importante del passato, e oggi così attuale.

Il film è visibile su Netflix.

BlacKkKlansman di Spike Lee – 140’

La pellicola è l’adattamento cinematografico del libro Black Klansman di Ron Stallworth. Il film racconta la sua storia da primo poliziotto afroamericano di Colorado Spring che, all’inizio degli anni 70, si spaccia per bianco razzista e si infiltra nel Ku Klux Klan.

“Infiltrate Hate” (Infiltrarsi nell’odio) cita la locandina originale di questo film che mescola generi e registri, per rendere un affresco lucido, cinico e molto contemporaneo, tra entertainment e denuncia, di alcune delle questioni più care al regista e oggetto di dibattito costante per la società americana. Il film si è aggiudicato nel 2018, l’Oscar per la Miglior Sceneggiatura non originale.

Il film è disponibile su Amazon Prime Video.

The Black Power Mixtape 1967 – 1975 di Göran Olsson – 100’

Un film documentario di grande valore che raccoglie immagini, suoni e testimonianze preziose di molti attivisti e personalità significative delle lotte contro le discriminazioni razziali di, solo per citarne alcuni Angela Davis, Erika Badu e Harry Belafonte.

Il Movimento Black Power, le sue lotte e le sue speranze sono raccontati storicamente e politicamente, nella loro complessità, in un alternarsi di voci di studiose e studiosi e persone comuni che ne restituiscono una lettura approfondita e inedita, condita con una colonna sonora accattivante firmata da Ahmir Questlove Thompson e da Om’Mas Keith, membro del gruppo hip hop Sa-Ra.

Il film è visibile su Amazon Prime Video. Maggiori informazioni e approfondimenti sul sito del distributore italiano Wanted Cinema.

Che fare quando il mondo è in fiamme? di Roberto Minervini – 120’

Nel suo documentario, Roberto Minervini, autore italiano trapiantato negli States, racconta di quell’America del sottosuolo a cui spesso viene negata l’identità. In occasione delle proteste della comunità nera del 2017, la sua telecamera accoglie e raccoglie personaggi veri che contribuiscono a dipingere un quadro empatico e lucido che coglie le sfumature poetiche dei luoghi di forte métissage culturale.

Un film dedicato alle minoranze che non sminuisce le complessità della realtà, grazie anche all’approccio del regista costruito sulla relazione di fiducia e affetti con i suoi protagonisti.

Il film è disponibile a noleggio nella sala virtuale della piattaforma MioCinema, per un periodo limitato.

News

Altre

25 Nov 2022