La Giuria Lungometraggi e la Giuria Giornalisti

Due giurie ufficiali

La Giuria Concorso Lungometraggi “Finestre sul mondo” assegna il Premio Comune di Milano al Miglior Lungometraggio “Finestre sul mondo” del valore di 8.000 €. In linea con la sezione speciale dedicata al cinema al femminile la Giuria Concorso Lungometraggi, sarà una giuria tutta al femminile con alcuni volti emergenti del cinema mondiale: la tunisina Hinde Boujemaa (premiata nel 2019 al TFF per Le rêve de Noura); Beatriz Seigner, sceneggiatrice e regista brasiliana, vincitrice del Premio del Pubblico al FESCAAAL 2019 con Los Silencios (film selezionato e premiato nel 2019 in più di venti festival internazionali tra cui Cannes e Michela Occhipinti (Presidente), regista italiana che ha che ha scelto l’Africa per ambientare il suo bel film d’esordio Il Corpo della Sposa presentato alla Berlinale 2019.

Come da tradizione, invece, la Giuria composta da 3 giornalisti italiani valuterà e premierà il Miglior Cortometraggio Africano e il Miglior Film della Sezione Extr’A.

Tre donne rappresentanti del cinema internazionale

Giuria Concorso Lungometraggi ‘Finestre sul Mondo‘

Michela Occhipinti

Michela Occhipinti

Presidente
Nasce a Roma. Dopo aver vissuto tra Europa, Africa e Asia, e aver lavorato in svariate produzioni di pubblicità, documentari e film di fiction, esordisce alla regia nel 2003 con il documentario Viva la Pepa! sull’Argentina contemporanea, a cui nel 2008 fanno seguito il documentario no profit Sei uno nero (2008) in Malawi e il suo primo documentario lungometraggio, Letters From the Desert – Eulogy to Slowness (2010), in India. Sensibile indagatrice di spazi fisici e culturali distonici rispetto alla cultura occidentale, spesso analizzati da una prospettiva di marginalità e isolamento, tra i suoi lavori più recenti si segnala Il corpo della sposa (2019), girato in Mauritania. Presentato in prima mondiale al Festival di Berlino nel 2019, nel concorso internazionale del Tribeca Film Festival e in un centinaio di altri festival italiani e internazionali, il film le vale una candidata ai Nastri d’Argento come miglior regista esordiente.
Hinde Boujemaa

Hinde Boujemaa

Hinde Boujemaa nasce da madre belga e padre tunisino. Ha iniziato la sua carriera come tecnico prima di realizzare il suo primo lungometraggio documentario, It Was Better Tomorrow, presentato nella selezione ufficiale della 68a Mostra del Cinema di Venezia. E’ attivista in diverse campagne per la lotta alle discriminazioni delle donne di tutto il mondo. Nel 2015 realizza il cortometraggio … And Romeo Married Juliet. Le rêve de Noura è il suo primo lungometraggio di finzione presentato in anteprima mondiale nel 2019 al Toronto Film Festival, e nella sezione New Directors al San Sebastian International Film Festival.
Beatriz Seigner

Beatriz Seigner

Beatriz Seigner è una sceneggiatrice e regista brasiliana. Nel 2009 ha diretto Bollywood Dream, la prima coproduzione tra Brasile e India, selezionato in oltre venti festival internazionali tra cui Busan, Tokyo e San Paolo. Los silencios, il suo secondo lungometraggio, è presentato nel 2018 alla Quinzaine des Réalisateurs a Cannes e vince il Premio del Pubblico al FESCAAAL 2019. Il suo ultimo film, il documentario, Between Us, a Secret, è scritto in collaborazione con Walter Salles.
Tre giornalisti italiani per premiare il miglior cinema emergente

Giuria Concorso Cortometraggi Africani e Concorso Extr’A

Egle Santolini

Egle Santolini

Presidente
Nasce a Milano, dove si laurea in Lettere Moderne. È giornalista dagli anni Ottanta e si è sempre occupata di spettacolo e di costume. Dopo una lunga esperienza nei periodici (“Amica”, “Grazia”, “Marie Claire”) e la vice-direzione di Vanity Fair Italia, è stata responsabile spettacoli e cultura per “La Stampa”, quotidiano con cui continua a collaborare.
Davide Turrini

Davide Turrini

45 anni, giornalista dal 1999 prima per “Liberazione”, poi per “Segnocinema”, “Rivista del Cinematografo”, “Film Tv”, Spietati.it. Dal 2014 si occupa di recensire film in uscita nelle sale italiane sul cartellone del FattoQuotidiano.it. Ha scritto e scrive anche di teatro, letteratura e musica per quotidiani nazionali e locali, riviste e siti web.
Hakim Zejjari

Hakim Zejjari

Diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia, ha lavorato per anni in produzione cinematografica e poi come autore e caporedattore per l’ex pay tv Tele+. La sue esperienza nella realizzazione di speciali e di documentari sul cinema e le sue interviste con grandi nomi della cultura lo hanno portato in questi ultimi anni a collaborare con diversi canali televisivi come Sky cinema, Sky uno, Mediaset Premium o il canale internazionale di news France 24.

Premi ufficiali

Concorso Lungometraggi “Finestre sul mondo”

Premio Comune di Milano al Miglior Lungometraggio “Finestre sul mondo” 8.000€
Assegnato dalla Giuria Lungometraggi.

Concorso Cortometraggi Africani

Premio al Miglior Cortometraggio Africano 2.000€
Assegnato dalla Giuria Giornalisti.

Concorso Extr’A

Premio al Miglior Film del Concorso Extr’A 1.000€
Assegnato dalla Giuria Giornalisti

Premi speciali

Premio Città di Milano al film più votato dal pubblico che partecipa alle proiezioni online

Premio CINIT - Associazione Italiana Cineforum

Il premio, che consiste nell’acquisizione dei diritti di distribuzione in Italia, è assegnato da una rappresentanza di associati CINIT a un cortometraggio africano con valore educativo.

Premio SIGNIS (OCIC e UNDA)

Il premio è assegnato dalla World Catholic Association for Communication.